• +39 091 485225
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ecografia Prostatica

ecografia prostatica calatafimimed

 

COS'E' L'ECOGRAFIA PROSTATICA

 

L'ecografia prostatica è un esame diagnostico che permette la valutazione dello stato morfologico e funzionale della prostata.

Può assumere differenti significati in base alla tipologia di tecnica utilizzata, e in base all'indagine da effettuare.

 

ECOGRAFIA PROSTATICA SOVRAPUBICA

L'Ecografia Prostatica Sovrapubica è un classico esame ecografico non invasivo, non doloroso, utile ad un'indagine preliminare per valutare la morfologia della ghiandola prostatica e la presenza di patologie in corso, infiammattorie e non infiammatorie.

 

Viene eseguita con una normale sonda ecografica.
Il paziente dovrà essere a digiuno e gli sarà richiesto di bere 1 litro di acqua almeno 1 h prima della visita, in modo da riempire la vescica e permettere un'ottimale trasmissione delle onde. In seguito all'esame ecografico l'urologo richiederà al paziente di svuotare la vescica per valutare il residuo post-minzionale.

 

ECOGRAFIA PROSTATICA TRANSRETTALE

 

ecografia prostat. transrettale calatafimimed

 

A differenza dell'ecografia sovrapubica, viene effettuata con una sonda interna, trattata con un gel lubrificante, che viene inserita per via rettale. Essendo una tecnica più invasiva e rischiosa per il paziente, va generalmente effettuata solo in caso di precedenti risultati dubbi, in quanto mostra una maggiore qualità diagnostica.
Permette, oltre che di definire con più precisione lo stato funzionale e morfologico della ghiandola prostatica, di effettuare diagnosi precoce di ipertrofia prostatica o tumore prostatico, valutare le cause dell'aumento del PSA e di disturbi a carico dell'apparato uro-genitale.

 

E' una tecnica che permette, inoltre, di effettuare contestualmente una biopsia prostatica su qui potrà poi essere eseguito un esame istologico.

E' controindicata nei casi di pazienti con stenosi anali e emorroidi sanguinanti. Occorre inoltre prestare attenzione alle situazioni in cui è più facile andare incontro a emorragie, per esempio quando si prendono medicinali anticoagulanti o fluidifanti. Non può essere eseguita nei pazienti precedentemente sottoposti a interventi demolitivi pelvici o rettali.

 

COME PREPARARSI PER L'ECOGRAFIA PROSTATICA TRANSRETTALE

 

Il giorno dell'esame non è necessario seguire un digiuno, ma viene consigliato di effettuare una colazione leggera, e di bere almeno un litro di acqua naturale nell’ora precedente l’esame, in modo da presentarsi a vescica piena.
Questo permetterà una maggiore diffusione dell'onde ecografiche e quindi una maggiore qualità dell'immagine.


Per i più piccoli

Image
© 2021 Manfredone & Nicolosi S.r.l.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.