• +39 091 485225
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contraccezione

contraccezione calatafimimed

 

COS'È LA CONTRACCEZIONE

 

Per contraccezione si intende l'insieme delle procedure e delle azioni svolte per programmare o impedire il concepimento e quindi la gravidanza.

La contraccezione protegge inoltre, oltre da gravidanze indesiderate, anche dalle malattie a trasmissione sessuale.

 

QUALI METODI DI CONTRACCEZIONE ESISTONO

 

I principali metodi di contraccezione possono essere suddivisi in metodi di barriera, metodi ormonali, metodi chimici e/o l'adozione di particolari metodi naturali o metodi comportamentali.

 

  • Metodi ormonali: i contraccettivi ormonali funzionano inibendo l'ovulazione e la fecondazione, ma anche l'impianto dell'ovulo, e si usano prima del rapporto sessuale. Sono attualmente disponibili solo per le donne. Sono disponibili in una serie di forme diverse: pillola estroprogestinica, anello vaginale, cerotto transdermico, contraccettivo sottocutaneo e la spirale intrauterina (IUD). Due di questi sono assunti per via orale: la pillola contraccettiva orale combinata (pillola estroprogestinica) e la pillola progestinica. Se assunte durante la gravidanza non aumentano il rischio di aborto spontaneo, né causano difetti nel nascituro. 

 

  • Metodi barriera: contraccettivi barriera sono dispositivi che tentano di impedire la gravidanza, bloccando meccanicamente gli spermatozoi prima che entrino nell'utero, e vengono utilizzati durante il rapporto sessuale. Questi includono i preservativi maschili (condom), i preservativi femminili, i cappucci cervicali, i diaframmi e le spugne contraccettive con spermicida. I preservativi sono il metodo contraccettivo più utilizzato al mondo.

 

  • Metodi chimici, sono di tipo spermicida, cioè agiscono chimicamente sullo spermatozoo inattivandolo e distruggendolo (capsule, ovuli, gelatine, creme). Vengono generalmente utilizzati in doppia combinazione con i metodi di barriera.

 

  • Metodi naturali (coitus interruptus, metodo Ogino-Knaus, metodo della temperatura basale, metodo Billings)

 

I metodi più efficaci sono quelli a lunga azione e cioè : la sterilizzazione chirurgica, gli impianti sottocutanei a rilascio ormonale e i dispositivi intrauterini (IUD); hanno tutti tassi di fallimento di meno dell'1 %.

I metodi naturali hanno una misura della percentuale di successo che, se rapportata ad altri metodi contraccettivi, risulta essere molto bassa e quindi poco sicura.

Dopo la sospensione o la rimozione di molti metodi contraccettivi, inclusi i contraccettivi orali, lo IUD, gli impianti sottocutanei e o le iniezioni, il tasso di gravidanza durante l'anno successivo non risulta essere alterato o diminuito rispetto a chi non ha mai utilizzato un sistema di controllo delle nascite.

 

LA CONTRACCEZIONE DI EMERGENZA

 

Tale tipo di contraccezione ha scopo di evitare una gravidanza indesiderata in seguito ad un rapporto sessuale avvenuto non protetto o non protetto adeguatamente.

 

Essendo di "emergenza" questa forma di contraccezione deve rappresentare una misura occasionale e non sostituire un regolare metodo contraccettivo. Può essere richiesta dopo prescrizione di un medico di consultorio.

 

La contraccezione di emergenza (CE) è un intervento che può essere di tipo:

 

  • farmacologico (preparati ormonali), la cosiddetta "pillola del giorno dopo" o "pillola dei cinque giorni dopo", una compressa da assumere il prima possibile, dopo un rapporto a rischio di gravidanza indesiderata e non oltre 72 o 120 ore, dall'avvenuto rapporto, a seconda delle formulazioni ormonali
  • non farmacologico (dispositivo intrauterino-IUD al rame)

 

La contraccezione di emergenza non esclude gravidanza qualora si verifichino altri rapporti a rischio durante lo stesso ciclo e non protegge da malattie sessualmente trasmesse.

 

COSA BISOGNA FARE PRIMA DI UTILIZZARE I CONTRACCETTIVI ORMONALI

 

I contraccettivi ormonali sono associati ad un rischio leggermente aumentato di formazione di coaguli di sangue venoso e arterioso. Per tal motivo, l'utilizzo dei contraccettivi ormonali prevede una prescrizione medica solo ed esclusivamente in seguito ad esami di controllo, mirati per la valutare lo stato di salute della paziente e/o la presenza di eventual coagulopatie. 

 

  • Anti-Trombina III
  • PT - Tempo di Protrombina e INR
  • PTT - Tempo di Tromboplastina Parziale
  • Fibrinogeno
  • Esame Emocromocitometrico
  • Bilirubina Totale e Frazionata
  • Colesterolo Totale
  • Colesterolo HDL
  • Colesterolo LDL
  • Trigliceridi
  • Creatininemia
  • Glicemia
  • Transaminasi GOT/AST
  • Transaminasi GPT/ALT
  • Urine – Esame Chimico-Fisico e Microscopico

Per i più piccoli

Image
© 2021 Manfredone & Nicolosi S.r.l.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.