BETA HCG

Noto anche come: test di gravidanza, hCG qualitativo, hCG quantitativo, beta hCG
Nome: gonadotropina corionica umana
Esami associati: AFP Materna


in sintesi



Perché viene eseguito il test?
Per confermare e controllare una gravidanza o per fare diagnosi di malattia trofoblastica o di tumori delle cellule germinali.
Quando viene eseguito?
Dopo un ritardo di dieci giorni del ciclo mestruale (alcuni metodi possono dosare l’hCG anche prima, a una settimana dal concepimento) o in presenza di sintomi suggestivi di gravidanza ectopica, aborto, malattia trofoblastica o di tumore delle cellule germinali.
Quali campioni vengono richiesti?
Un campione di urine del primo mitto del mattino o un campione di sangue ottenuto con un prelievo venoso.

L'analisi



Cosa si analizza?

L’hCG è una proteina prodotta dalla placenta durante la gravidanza.
Il test di gravidanza è un test specifico, eseguito su un campione di sangue o di urine, che può misurare l’hCG e confermare una gravidanza.
Questo ormone può essere determinato a dieci giorni di ritardo del ciclo mestruale. Infatti è questo l'intervallo di tempo necessario all’ovocita fecondato per annidarsi a livello uterino. Con alcuni metodi, l’hCG può essere misurato anche prima, a una settimana dal concepimento.
Durante le prime settimane di gravidanza, l’hCG gioca un ruolo fondamentale per il mantenimento della funzione del corpo luteo (massa di cellule che formano l’ovocita maturo).
La produzione di hCG aumenta costantemente durante il primo trimestre (8-10 settimane), raggiunge il picco massimo intorno alla 10° settimana dall’ultimo ciclo mestruale. Poi i livelli di hCG diminuiscono lentamente durante le successive settimane di gravidanza e non sono più determinabili dopo poche settimane dal parto.
L’hCG viene prodotta anche da alcuni tumori delle cellule germinali e concentrazioni elevate sono rilevabili nel corso della malattia trofoblastica.

Come si raccoglie il campione da analizzare?
L’hCG comunemente viene determinata nelle urine.
La raccolta delle urine del primo mitto del mattino è il campione ideale.
L’hCG può essere misurata anche in un campione di sangue ottenuto con prelievo venoso.


Info esame



Come viene utilizzato?

Quando viene prescritto?
Qual è il significato del risultato dell’esame?
Cos’altro si deve sapere?


Come viene utilizzato?

Il test qualitativo della hCG (definito positivo o negativo) è usato di routine per confermare lo stato di gravidanza.
Il test quantitativo dell’hCG (definito con un valore numerico) (chiamato anche beta hCG) misura la concentrazione di hCG presente nel sangue.
Può essere richiesto come ausilio diagnostico di gravidanza ectopica, di minaccia di aborto o dopo un aborto per monitorare la paziente.
Inoltre, la determinazione quantitativa dell’hCG può essere richiesta per la diagnosi di malattia trofoblastica o di tumori delle cellule germinali dei testicoli o dell’ovaio.
La determinazione delle concentrazioni di hCG può essere richiesto periodicamente per monitorare l'efficacia del trattamento delle patologie suddette e per individuare una recidiva.

Quando viene prescritto?
Il test qualitativo ematico o urinario dell’hCG può essere prescritto dopo un ritardo di almeno dieci giorni del ciclo mestruale, se si vuole avere conferma di una gravidanza (alcuni metodi possono misurare l’hCG anche prima, una settimana dopo il concepimento).
In alcune pazienti, possono essere prescritte diverse determinazioni successive del test quantitativo per l'hCG, per escludere una gravidanza ectopica o per monitorare la donna dopo un aborto.
Il test quantitativo delle hCG può essere richiesto quando si sospetta una malattia del trofoblasto o la presenza di tumori delle cellule germinali.

Qual è il significato del risultato dell’esame?
Nelle donne non gravide, i livelli di hCG normalmente non sono determinabili.
Nelle prime settimane di gravidanza, i livelli ematici di hCG raddoppiano ogni due o tre giorni.
Nelle gravidanze ectopiche solitamente le concentrazioni di hCG raddoppiano più lentamente. In caso di minaccia di aborto, le concentrazioni di hCG potranno presentare un tempo di raddoppio più lungo o anche diminuire.
Le concentrazioni di hGC calano rapidamente dopo un aborto. Quando le concentrazioni di hCG non tornano a livelli non determinabili, potrebbero indicare la presenza di tessuto secernente hCG che necessita di essere rimosso.
L'hCG, inoltre, viene impiegato per monitorare il trattamento di pazienti con malattia trofoblastica e per rilevare una recidiva dopo eradicazione.
Durante la terapia, la caduta dei livelli di hCG generalmente indica l'efficacia del trattamento, mentre livelli aumentati potrebbero indicare che il tumore è refrattario alla terapia.
Concentrazioni aumentate di hCG dopo il trattamento potrebbero indicare una recidiva.


Cos’altro si deve sapere?
L'esame eseguito in una fase troppo precoce della gravidanza, prima che ci sia una produzione significativa di hCG, potrebbe dare risultati falsamente negativi; mentre la presenza di sangue o proteine nelle urine può causare risultati falsamente positivi. L'esame dell' hCG eseguito su campione urinario può dare risultati falsamente negativi se le urine sono molto diluite. Pertanto, non si dovrebbero bere grandi quantità di liquidi prima della raccolta del campione di urine per un test di gravidanza.
Certi farmaci come i diuretici e la prometazina (anti-istaminico) possono dare risultati falsamente negativi nella determinazione dell'hCG nel campione urinario.
Altri farmaci come gli anti-convulsivanti, i farmaci anti-Parkinsoniani, gli ipnotici e i tranquillanti possono causare risultati falsamente positivi.
Sono stati riportati dei risultati falsamente positivi nella determinazione dell'hCG serica dovuti, a vari componenti (non farmacologici) che possono interferire col test, come ad esempio certi tipi di anticorpi presenti in alcuni individui e frammenti molecolari di hCG.
Generalmente, nel caso di risultati discutibili, le determinazioni dovrebbero essere confermate con un metodo diverso.


Domande frequenti



1. Come possono essere confrontati i risultati del test acquistato in farmacia con quelli del test eseguito in laboratorio?

2. Cos’è una gravidanza ectopica?
3. Quando il test dell' hCG viene richiesto su sangue anziché su urine?
4. Quanti giorni dopo l’aborto dovrebbe essere eseguito un test di gravidanza su urine per risultare negativo?


1. Come possono essere confrontati i risultati del test acquistato in farmacia con quelli del test eseguito in laboratorio?

Il test di gravidanza preso in farmacia è molto simile al test dell' hCG eseguito in laboratorio, ma ci sono delle considerazioni relative al suo impiego che vanno sottolineate.
Primo: il test acquistato in farmacia, eseguito a domicilio, è accompagnato da istruzioni dettagliate che vanno seguite scrupolosamente.

Secondo: il test della farmacia talvolta viene eseguito nei primi giorni dopo la mancata mestruazione, troppo presto per dare esito positivo. Infatti, devono trascorrere almeno dieci giorni dal concepimento perché la presenza dell’hCG possa essere determinata su un campione di urine.
E’ per questo motivo che il test della farmacia talvolta dà esito negativo, mentre l'esame eseguito in laboratorio risulta positivo; quest'ultimo, infatti, viene eseguito alcuni giorni dopo che le concentrazioni di hCG sono diventate misurabili.

Tutti i test qualitativi dell' hCG su urine devono essere eseguiti, se possibile, sul campione ottenuto dal primo mitto del mattino,. Le urine, infatti, vengono diluite dopo l’ingestione di liquidi (caffè, succhi di frutta, acqua, e altro) e le concentrazioni urinarie di hCG si riducono troppo per dare risultati positivi.
In genere, il test della farmacia, se eseguito correttamente produce un risultato di hCG urinaria, analogo a quello del laboratorio.
Il test qualitativo su sangue per hCG è più sensibile del test su urine, perciò talvolta il test su sangue può essere positivo mentre il test su urine è negativo.
La determinazione quantitativa dell' hCG richiede un campione di sangue e deve essere eseguita in laboratorio.


2. Cos’è una gravidanza ectopica?
La gravidanza ectopica è una condizione nella quale l’ovulo fecondato (blastocisti) si impianta in siti diversi dall’utero. Questa è una condizione grave che necessita di un trattamento immediato.
Le pazienti con una gravidanza ectopica spesso lamentano dolori addominali e sanguinamenti uterini.
Di solito, nelle gravidanze ectopiche, vengono prodotti livelli di hCG insoliti con tassi di incremento inferiori al normale.


3. Quando il test dell' hCG viene richiesto su sangue anziché su urine?
Il test dell' hCG eseguito sul campione di sangue misura l’aumento quantitativo delle hCG; mentre il test sul campione di urine misura la presenza o l'assenza dell’ hCG.
Poiché l’hCG normalmente non è dosabile nelle urine di una donna non gravida, è sufficiente la determinazione dell' hCG nelle urine per confermare lo stato di gravidanza.
Talvolta, è importante conoscere la concentrazione di hCG come in caso di sospetta gravidanza ectopica o in seguito ad un aborto o un trattamento terapeutico, oppure per individuare un tumore recidivante.
In queste circostanze si richiede la determinazione ematica dell’ hCG.


4. Quanti giorni dopo un aborto dovrebbe essere eseguito un test di gravidanza su urine per risultare negativo?
L' hCG nelle urine scompaiono alla stessa velocità dell' hCG nel siero, dal 9° al 35° giorno, con una mediana di 19 giorni.
Tuttavia, l'intervallo di tempo necessario perchè le concentrazioni di hCG risultino negative, dipende dal livello di hCG presente al momento dell’aborto. Frequentemente dopo un aborto la donna viene seguita determinando le concentrazioni ematiche di hCG.
Se i valori delle hCG non decrescono a livelli non determinabili, significa che persistono tessuti secernenti hCG, che devono essere rimossi.




torna al menù Esami dalla A alla Z